Possibili problematiche su ritiri ingombranti e numeri verdi Dusty

 

L’attacco hacker internazionale che ha colpito anche l’Italia lo scorso sabato 4 febbraio, compromettendo server di aziende e istituzioni in tutta Europa, ha riguardato anche il fornitore di Dusty che custodisce il database delle prenotazioni dei ritiri a domicilio dei rifiuti ingombranti.

Dati persi e numero verde non attivo, per motivi non imputabili all’azienda che gestisce i servizi ambientali in 19 comuni siciliani. I danni sono dovuti infatti all’hackeraggio dei server della Società ITLAB a cui si affida la Società BLABS che gestisce alcuni dei servizi informatici di Dusty.
Per limitare i disservizi e rimettere subito in moto la macchina, Dusty ha predisposto due differenti moduli online disponibili sul portale ufficiale.
Il primo modello è riservato a chi ha effettuato la prenotazione fino al 3 febbraio, per confermarla o spostarla. Il secondo modulo è dedicato invece alle future prenotazioni per il ritiro di rifiuti ingombranti. In entrambi i casi gli utenti verranno ricontattati tramite email o telefono.

La Dusty, inoltre, si è da subito attivata con le amministrazioni comunali con cui collabora per veicolare attraverso i loro canali ufficiali la modalità di contatto attraverso i moduli.
Form per chi è gia in possesso di una prenotazione: https://form.jotform.com/230343070009341

Form per chi deve ancora prenotare: https://form.jotform.com/230342846611350

Pur non essendo responsabile del disservizio, Dusty esprime il suo profondo rammarico a tutti gli utenti, contando sulla loro preziosa collaborazione per ricostruire l’agenda andata persa.


Dusty è l'impresa italiana, guidata da una donna, con il rating più elevato di sostenibilità

Il “Sustainability Award” è un riconoscimento tra i più ambìti nel mondo imprenditoriale perché è conferito da agenzie indipendenti e misura il grado di innovazione sostenibile ed etica perseguiti con grandi sacrifici dalle aziende, alle quali con questo premio viene riconosciuto di essere tra le pioniere di un progresso che guarda sempre al benessere dell'uomo e della salubrità dell'ambiente in cui deve vivere, subordinando il profitto personale ad una visione umanista e mecenatica del proprio ruolo.

Leggi anche l'articolo su Forbes

In questo quadro l'azienda catanese Dusty ha ottenuto due importantissimi risultati. È stata infatti premiata con il “Sustainability Award Woman 2022” per essersi distinta in Italia come l’azienda, guidata da una donna, che ha registrato il rating più elevato di sostenibilità. Il riconoscimento è stato assegnato da Credit Suisse e Kon Group, insieme a Forbes e ai partner tecnici ALTIS dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e Reprisk.

 

Il secondo, e più importante, riconoscimento che Dusty ha ottenuto è l’inserimento nell’elenco dei vincitori per il secondo anno consecutivo, passando dalla classifica delle 100 aziende italiane eccellenti in sostenibilità a quella delle Top 50, a fianco di noti colossi imprenditoriali del panorama nazionale, provenienti per lo più dalle regioni settentrionali. Una conferma dovuta al continuo miglioramento delle performance ambientali, sociali e di governance che Dusty ha messo e mette in atto, promuovendo una crescita aziendale inclusiva e stabile, nonché generando valore aggiunto per la comunità. Inoltre, Dusty è l’unica impresa fra le Top 50 che opera nel settore dell’igiene ambientale e della raccolta differenziata.

 

«Questo riconoscimento, di cui sono davvero soddisfatta, rappresenta per me un punto di partenza piuttosto che di arrivo, nella misura in cui Dusty non è più sola nelle azioni di cambiamento che portano verso l’ecosostenibilità e la responsabilità sociale d’impresa – dichiara l’amministratore Rossella Pezzino de Geronimo – Il nostro impegno nei confronti di questi temi è nato nel momento stesso in cui è nata l’azienda, oltre 40 anni fa, quando ancora questi argomenti non erano di urgente attualità come oggi. Dusty opera “Al servizio dell’Ambiente” ponendosi come ambasciatrice di civiltà e coinvolgendo in processi di educazione ambientale bambini, giovani ed intere comunità. Contiamo adesso di poter fare rete con altre imprese etiche come la nostra, per migliorare le performance di tutti e per portare avanti, insieme, progetti lungimiranti e attenti ai bisogni della collettività. Fra questi, ad esempio, la dotazione di impianti all’avanguardia per il trattamento e il riciclo dei rifiuti, di cui il Sud Italia è purtroppo ingiustamente carente. Finalmente possiamo e vogliamo contare su una rete imprenditoriale che ha una visione comune e condivisa, in cui la soluzione non è soltanto nella riduzione dell’inquinamento, ma nella qualità che sappiamo dare a ciò che possediamo già. L’unico possibile orizzonte a cui dobbiamo guardare è dunque la rigenerazione, declinata nell’uso delle fonti rinnovabili, nella riqualificazione urbana, nella riforestazione, nella nutrizione sana che deriva dalla coltivazione biologica dei prodotti della terra».


Tentata truffa ai danni di Dusty e dei suoi fornitori

È stato denunciato alle autorità competenti un tentativo di truffa da parte di anonimi ai danni di Dusty e dei suoi fornitori, pertanto l’azienda allerta tutti i soggetti interessati e invita a prestare la massima attenzione nella ricezione di e-mail che riportano richieste e dati della società.
Nello specifico Dusty ha segnalato la circolazione di un messaggio ingannevole di posta elettronica che proviene dall’indirizzo non ufficiale [email protected] e che viene intestato illecitamente al responsabile dell’Ufficio Acquisti della società.
Si tratta di una falsa richiesta di affidamento per la fornitura di materiali edili, mascherata dalla presenza del logo di Dusty e di dati aziendali.
L’azienda, e in particolar modo il suo Ufficio Acquisti, invita dunque tutti i fornitori, ed eventuali soggetti coinvolti, a verificare l’autenticità e l’attendibilità delle comunicazioni ricevute e a diffidare di qualsiasi e-mail sospetta e non proveniente dal dominio ufficiale dusty.it. Inoltre, Dusty chiede di segnalare con tempestività quanto ricevuto al fine di monitorare e bloccare la tentata truffa.


Srr Pa e Dusty presentano il "piano integrato dei rifiuti" nei 6 Comuni palermitani

Sarà presentato alla stampa lunedì 13 giugno il nuovo “Piano integrato per la raccolta differenziata e l’igiene ambientale con ridotto impatto ambientale” per i Comuni di Belmonte Mezzagno, Borgetto, Capaci, Partinico, Santa Flavia e Ustica che, per i prossimi 7 anni sarà gestito da Dusty, società catanese vincitrice della gara d’appalto.

Il piano per i 6 comuni della SRR Palermo Area Metropolitana - Società per la Regolamentazione del servizio di gestione Rifiuti, prevede non solo il principale servizio di raccolta differenziata “porta a porta”, ma anche altri di igiene ambientale per il mantenimento del decoro urbano, oltre alle attività di sensibilizzazione e di educazione ambientale.

 

Il capitolato d’appalto sarà presentato alle ore 12.30 nei locali della Sala conferenze della sede amministrativa della SRR Palermo Area Metropolitana, in via Resuttana 360 a Palermo, dal presidente della Srr Pa, Natale Tubiolo e dall’amministratore Dusty Rossella Pezzino de Geronimo.
Il direttore dell’appalto Vito Di Giovanni
illustrerà il piano nei suoi aspetti più tecnici.


Festivo 2 giugno: regolare "porta a porta" nei comuni del Catanese

In occasione della giornata di giovedì 2 giugno, Festa della Repubblica Italiana, Dusty - in accordo con le Amministrazioni comunali interessate - garantirà i servizi essenziali di igiene ambientale nei Comuni dellhinterland catanese (Aci Bonaccorsi, Gravina, Misterbianco, Motta S. Anastasia, Paternò, San Giovanni la Punta, San Gregorio, Sant’Agata Li Battiati, Santa Maria di Licodia, Valverde, Viagrande).

Nei Comuni indicati il ritiro della raccolta differenziata “porta a porta” verrà effettuato come da calendario settimanale.

SERVIZI SOSPESI:

Per questa giornata festiva non saranno operativi i Centri di raccolta e le isole ecologiche, laddove presenti nei Comuni dotati di questo servizio; non saranno attivi neanche i numeri di assistenza Dusty.

La regolarità di questi servizi riprenderà da venerdì 3 giugno.

Gli utenti sono invitati alla massima collaborazione al fine di mantenere il decoro degli spazi cittadini.


Zona "Catania Centro": le indicazioni per il festivo del 2 giugno

Si comunica che per la giornata di giovedì 2 giugno, Festa della Repubblica Italiana, il servizio di ritiro della raccolta differenziata “Porta a porta” gestito da Dusty nelle zone interessate dal sistema dedicato, verrà effettuato regolarmente come da calendario settimanale.

Nelle rimanenti aree della città di Catania gestite da Dusty dove vige il sistema di prossimità tramite i contenitori stradali, si ricorda che non è consentito il conferimento nelle giornate prefestive.

Durante la giornata festiva saranno chiusi il Centro comunale di raccolta gestito da Dusty sito di via Maria Gianni angolo via Galatioto a Picanello, ed anche i tre eco punti di raccolta mobile siti in via Ala/via Cesare Beccaria nel quartiere Cibali/Borgo-Sanzio -; e nelle vie Ameglio nel quartiere Nesima, e Santa Maria della Catena a San Cristoforo.

Non saranno attivi neanche i numeri verdi e bianchi di assistenza Dusty per la prenotazione e il ritiro gratuito dei rifiuti ingombranti.

La regolarità di questi servizi riprenderà da venerdì 3 giugno.

 

Le informazioni relative alle altre città gestite da Dusty, sono pubblicate nei siti dedicati


Contest #Alfieri dell'Ambiente: al vie le votazioni entro il 25 maggio

Hanno partecipato con entusiasmo e creatività. Hanno imparato che nella vita, bisogna avere rispetto per l’ambiente. Sono gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia di Catania dove Dusty è titolare del servizio di igiene ambientale, che partecipando al contest #Alfieri dell’Ambiente, hanno risposto alla chiamata «Sì al decoro, no al degrado»!

Le scuole in gara sono dei 14 comuni: Aci Bonaccorsi, Gravina di Catania, Milo, Misterbianco, Motta Sant’Anastasia, Paternò, Pedara, San Giovanni La Punta, San Gregorio di Catania, Sant’Agata Li Battiati, Sant’Alfio, Santa Maria di Licodia, Valverde e Viagrande.

Ci sono ancora 13 giorni di tempo per decretare i migliori 3 VIDEO MULTIMEDIALI presentati dagli studenti che hanno partecipato al contest #Alfieri dell’Ambiente, il concorso ideato e organizzato da Dusty e dalla Srr Catania Area Metropolitana per sensibilizzare le giovani generazioni alla tutela e alla salvaguardia ambientale.

Le votazioni attraverso il sito https://www.dusty.it/alfieridellambiente si chiuderanno alle ore 24.00 di mercoledì 25 maggio.

Votare è semplicissimo!

Cliccando sul link https://www.dusty.it/alfieridellambiente/blog/category/video sarà possibile entrare virtualmente nella navigazione dell’album che contiene oltre 30 video inviati a Dusty (entro la scadenza dello scorso 4 maggio).

Scegliere dalla carrellata delle anteprime dei video, quello che ha centrato meglio degli altri il tema del contest. Per mettere il proprio “Like” bisogna cliccare sul titolo del video e a quale punto, il gioco è fatto: la votazione è stata registrata.

L’avventura dell’essere stato “Alfiere dell’ambiente” per un giorno, è stata raccontata attraverso le emozioni degli studenti e il loro stato d’animo durante le fasi operative ecologiche sul territorio, ribadendo anche il messaggio di sensibilizzazione al decoro urbano.

Ai partecipanti dei 3 video vincitori che hanno avranno riscosso più consensi sarà riservata una visita didattica agli impianti locali di riciclaggio Domus Ricycle di Catania, così che gli studenti potranno conoscere a fondo la filiera virtuosa che ridona vita agli scarti e li sottrae al destino di diventare rifiuti. 

La SRR Catania Area Metropolitana sceglierà alcuni video da trasmettere come spot televisivi nelle emittenti locali e sui canali social.

Il responso della votazione libera e spontanea da parte del popolo della rete si avrà il 27 maggio 2022, con la proclamazione dei 3 vincitori.


L'appello ai giovani: «RIBELLATEVI AI DISASTRI AMBIENTALI E SOCIALI»

In platea il futuro della comunità e sul palco la responsabilità sociale operosa: si presentava così questa mattina (29 aprile) la grande sala delle Ciminiere di Catania in occasione della “Conferenza sull’Etica”. Una sala illuminata da visibili emozioni, quelle degli studenti dell’Istituto superiore «De Felice Giuffrida Olivetti», e quelle dei relatori chiamati a riflettere insieme ai giovani sull’indispensabile valore del Bene Comune, troppo spesso cancellato dagli egoismi personali. Soltanto le poltrone riservate alle autorità istituzionali sono rimaste vuote.

La conferenza è entrata subito nel vivo, scandita dagli applausi sinceri del giovane pubblico che si innalzavano ogni qualvolta una frase dei relatori accendeva le loro speranze, i loro sogni di giustizia e desideri di umanità. Le nuove generazioni sono chiamate ad «essere “i germogli” di un’autentica rivoluzione culturale che salvi il pianeta dai disastri ambientali e sociali del nostro tempo», come ha affermato nel suo commosso e appassionato discorso Rossella Pezzino de Geronimo. Anima ideatrice della “Settimana Etica”, l’amministratore di Dusty ha sottolineato come il fine ultimo dell’istruzione scolastica e dell’educazione sociale sia quello di trasmettere ai giovani il senso della vita come progetto virtuoso, rifiutando i falsi e soffocanti miti del denaro e del consumismo.

Rispetto dell’ambiente, sete di conoscenza, amore per sé e per gli altri, consapevolezza, solidarietà: sono parole che hanno echeggiato in tutti gli interventi della giornata, introdotti dai saluti della dirigente dell’Istituto «De Felice Giuffrida Olivetti» Anna De Francesco e moderati dal giornalista Daniele Lo Porto. Una lucida analisi sull’etica dell’informazione è stata condotta dal direttore editoriale di SudPress Pierluigi Di Rosa, che ha invitato i ragazzi a «ribaltare il paradigma», cioè a non guardare il mondo attraverso la miopia delle attuali classi dirigenti, ma a costruirlo attraverso lo studio cosciente delle fonti.

clicca qui per ascoltare uno stralcio dell'appello rivolto ai giovani presenti

 

Parole potenti anche quelle pronunciate con dolcezza da Suor Roberta della Locanda del Samaritano, che ha coinvolto i ragazzi in un affascinante viaggio introspettivo alla scoperta dell’unicità di ciascuno, fatta di energie e debolezze, nel corpo e nell’anima. Una conoscenza di sé che non può prescindere dal rapporto con le emozioni e con gli altri, come poi è emerso nel coinvolgente gioco educativo guidato dalle fondatrici di “GioStra” Giorgia Bonadies e Simona Rapisarda. Cos’è etico e cosa non lo è nel mondo dei social network? Una domanda che ha inizialmente diviso le opinioni degli studenti ma che alla fine ha trovato una risposta condivisa da tutti grazie alla “bussola dell’empatia”.

L’intelligenza emotiva è un dono che appartiene a tutti e che va allenata ogni giorno, soprattutto di fronte a pericolosi fenomeni sociali come quelli del sexting e del revenge porn, su cui ha puntato l’attenzione la presidente di Mete Onlus Giorgia Butera. «Lo fanno tutti», è purtroppo la giustificazione di molti adolescenti che rischia di inquadrare questi gravi comportamenti in una cornice di normalità; «denunciare» è invece l’imperativo che può e deve salvare il valore della sana sessualità.

Il futuro può essere tale soltanto se sostenibile, insegna la green economy, disciplina cardine per il percorso di studi degli alunni dell’Istituto «De Felice Giuffrida Olivetti», approfondita non a caso dai docenti della scuola Lucia Distefano e Massimo R. Costanzo. Anche la docente del Dipartimento universitario di Economia e Impresa - Unict Agata Matarazzo – a cui sono state affidate le conclusioni – ha invitato gli studenti a «essere proattivi nel mondo del lavoro» sviluppando le competenze che oggi garantiscono l’economia circolare e il raggiungimento degli obiettivi mondiali dell’Agenda 2030.

«La sopravvivenza dell’umanità poggia sul “Noi”, sulla cura degli uni verso gli altri, dove l’Io cresce in umiltà, generosità, fiducia e carità, combattendo le disuguaglianze» ha concluso Rossella Pezzino de Geronimo, invitando gli studenti a immaginare la vita come una bicicletta: «per mantenerla in equilibrio occorre pedalare».

 

 

 


Al via la "Settimana Etica" per riscoprire la responsabilità sociale

La “Settimana Etica 2022” nasce da un’idea di Rossella Pezzino de Geronimo, amministratore Dusty, ed è un progetto sviluppato insieme all’Istituto superiore «De Felice Giuffrida Olivetti» di Catania, guidato dalla dirigente scolastica Anna De Francesco.
L’evento si svolgerà dal 27 al 29 aprile secondo un calendario di iniziative educative che hanno l’obiettivo di insegnare il valore dell’Etica ai giovani, trasferendo in loro l’importante significato del Bene Comune nonché l’urgente necessità di una nuova morale laica con cui gestire lo Stato. La sopravvivenza del nostro pianeta dipende dal cambiamento etico che siamo disposti ad innestare, in particolar modo le nuove generazioni, poiché saranno loro a guidare la società del futuro.

interno Istituto superiore «De Felice Giuffrida Olivetti» di Catania

Si comincerà mercoledì 27 aprile con l’installazione dell’orto scolastico nel cortile del palazzo storico che ospita l’Istituto, in Piazza Roma. Uno spazio verde che sarà destinato alla coltura condivisa e biologica di ortaggi e piante aromatiche.
Verrà allestita anche la mostra ecologica di Dusty dal titolo “Il peso dei rifiuti invisibili”, sempre all’interno della sede scolastica. Lungo il percorso espositivo – scandito da pannelli grafici e opere di giovani artisti siciliani – gli alunni, i docenti e i visitatori impareranno a conoscere e riconoscere i rifiuti “invisibili” generati durante le fasi di produzione di un oggetto, cioè quei materiali della cui esistenza il consumatore non è consapevole. Ad esempio, la produzione di uno smartphone del peso di 200gr genera 86kg di rifiuti invisibili.

Giovedì 28 aprile sarà la giornata del laboratorio di “Arte del Riciclo”: grazie alla creatività e all’inventiva degli studenti dell’Istituto, scarti e oggetti non più usati riacquisteranno una nuova vita, perché verranno sottratti dal destino dello smaltimento della discarica per diventare strumento virtuoso di riuso e rigenerazione. Inoltre, gli alunni saranno protagonisti della decorazione e della cura dell’orto scolastico e dei suoi frutti.

Venerdì 29 aprile l’evento si sposterà alle Ciminiere di Catania per la “Conferenza sull’Etica”, che avrà inizio alle 9.30 nella sala C1. Il tema dell’Etica verrà affrontato, insieme agli studenti, da diversi e preziosi punti di vista grazie ai relatori che interverranno.
In un periodo storico dolorosamente segnato dalla pandemia e da guerre sempre più vicine a noi, «l’educazione deve avere come fine ultimo quello di trasmettere ai giovani il senso della vita come progetto virtuoso – spiega Rossella Pezzino de Geronimo – Dusty opera da quarant’anni con una mission ben precisa: costruire un mondo migliore e seminare bellezza. Laddove “Bellezza” è intesa non soltanto come fattore estetico, ma come etica, rispetto del prossimo e dell’ambiente, solidarietà, abbraccio, inclusione, credibilità, onestà intellettuale, eliminazione delle disuguaglianze e degli sprechi di qualsiasi natura».


Da Pasqua alla Festa della Liberazione: le indicazioni per l'area palermitana

Si comunica ai cittadini che risiedono nelle città palermitane gestite da Dusty, che per conoscere nel dettaglio le variazioni e/o le sospensioni dei servizi di igiene ambientale e della raccolta differenziata, durante le giornate festive dedicate alla Santa Pasqua (domenica 17 aprile), al Lunedì dell’Angelo (18 aprile Pasquetta), alla Festa della Liberazione (lunedì 25 aprile), e alla Festa del Lavoro (domenica 1° maggio), sono invitati a seguire le informazioni attraverso il sito della città di appartenenza.