Bastano pochi click per vedere la mostra "Il peso dei rifiuti invisibili"

La partecipazione di Dusty alla SerrSettimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti’ (21/29 novembre), quest’anno è anche interattiva. La mostra ecologica guidata «Il peso dei rifiuti invisibili» è anche on line.
Per sensibilizzare un numero sempre maggiore di utenti, si espande nella rete digitale e al link dusty.it/serr-2020 propone un tour virtuale di opere d’arte e pannelli grafici descrittivi per stimolarli verso una nuova visione della gestione del rifiuto domestico e della sua riduzione.

Il tour virtuale rende così accessibile la mostra ecologica, che in pochi click, dallo smartphone o dal pc di casa, potrà scoprire quelle piccole abitudini che sono un grande contributo alla salvaguardia dell’ambiente. Utili soluzioni pratiche per ridurre i “rifiuti invisibili”, alternate ai momenti di riflessione suscitati dalla fotogallery di cinque opere d’arte, ideate e realizzate con materiale da riciclo da artisti emergenti siciliani e da pannelli grafici che descrivono il ciclo dei rifiuti invisibili prodotti e le conseguenze che incidono pesantemente negli equilibri ambientali.

 

 

IL PERCORSO GUIDATO delle opere d’arte

Si parte dalla “Visione” di Mikhail Albano, che restituisce la figura di un pachiderma attraverso 2.800 tappi di plastica, e si prosegue con il “Piccolo tempio” di Calogero Arcidiacono, dove un effetto matrioska trasforma il “contenitore” in “contenuto”; poi “La Grande Opera” di Martina Mavica, raffigurata da un’enorme conchiglia, simbolo di creazione e idea del fossile come traccia del passaggio umano, proprio come lo sono i rifiuti; a seguire le nuvole tossiche “Inquinata-Mente” di Gabriele Catania che raccontano la disperata corsa del genere umano verso la salvaguardia del pianeta; si chiude con Alessandra Castronuovo e il suo ”Insostenibile Equilibrio” opera composta di elementi sovrapposti che ricorda la pericolosa precarietà a cui ci ha condannati il consumo irresponsabile del patrimonio ambientale.

 

LA MOSTRA È ANCHE LIVE – nel rispetto delle disposizioni Covid

L’esposizione, nei prossimi giorni, sarà allestita in alcuni Comuni dove Dusty svolge il servizio di igiene ambientale. Dopo la tappa di Avola che ha aperto la Settimana europea, la mostra dal vivo proseguirà – nell’assoluto rispetto delle normative anti Covidsecondo un calendario che è stato riprogrammato per le avverse condizioni meteo, come nel caso di Misterbianco e San Giovanni la Punta che saranno solo in versione on line.

Domani 25 novembre l’appuntamento si svolgerà a Barcellona Pozzo di Gotto (dalle 10 alle 13 nella sede del Comune, in via San Giovanni Bosco); e a Termini Imerese (dalle 16 alle 18 nella sede del Municipio, in Piazza Duomo). *Salvo condizioni meteo avverse.

Tappa finale il 29 novembre a Catania, in Piazza Nettuno dalle 9 alle 12. In caso di pioggia, sarà trasferita in un luogo riparato che sarà tempestivamente comunicato.

*L’accesso alla mostra virtuale è possibile anche inquadrando il QR Code qui riportato. Iniziamo il viaggio!


Serr 2020: la ricetta di Dusty per "dimagrire" dal peso eccessivo dei rifiuti

Cinque passi per “dimagrire” dal peso eccessivo dei rifiuti: informazione, consapevolezza, creatività, azione e arte. Ecco la ricetta ecologica di Dusty per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR), la cui edizione 2020 si svolgerà dal 21 al 29 novembre, puntando l’attenzione sui «rifiuti invisibili», ossia i materiali scartati durante le fasi di produzione di un oggetto. Il loro impatto sull’ambiente è infatti dannoso e complesso, anche in termini di quantità; ad esempio, la produzione di uno smartphone del peso di 200gr genera 86kg di rifiuti invisibili.

La Sicilia è grande protagonista della SERR – non solo perché la Regione Siciliana è tra i componenti del Comitato promotore italiano – ma anche perché Dusty, tra le imprese “veterane” dell’iniziativa europea, coinvolgerà nelle attività di sensibilizzazione sei Comuni di quattro provincie dove svolge il servizio di igiene ambientale: Catania, Misterbianco, San Giovanni La Punta, Avola, Barcellona Pozzo di Gotto e Termini Imerese.

Dal 21 al 29 novembre mostra ecologica guidata in sei Comuni di quattro provincie: Catania, Misterbianco, San Giovanni La Punta, Avola, Barcellona Pozzo di Gotto e Termini Imerese

In ognuna di queste città sarà allestita una mostra ecologica guidataall’aperto e nell’assoluto rispetto delle normative anti Covid – in cui i visitatori saranno accompagnati a conoscere e riconoscere i “rifiuti invisibili”, a calcolarne il proprio peso individuale e a scegliere le buone pratiche per ridurlo. Il percorso si snoderà lungo tappe segnate da pannelli grafici descrittivi e opere creative realizzate con materiali da riciclo, con l’obiettivo di informare, ma soprattutto di emozionare e far riflettere, per stimolare un cambiamento di abitudini e nuovi propositi.

«Nella scorsa edizione della SERR, Dusty ha vinto il primo premio nella categoria Imprese - ha ricordato l’amministratore Rossella Pezzino de Geronimo - un chiaro segno dell’impegno e della creatività che riserviamo a questa manifestazione. Nel 2020 la pandemia ha costretto i partecipanti a rimodulare i progetti nel rispetto delle distanze di sicurezza, così abbiamo individuato un’azione unica e integrata nei territori dove operiamo, scegliendo di estenderla oltre i tempi della Settimana Europea. Infatti, al termine della SERR, la mostra diventerà itinerante e sarà ospitata nelle scuole dei Comuni coinvolti nel progetto. Proporremo ai diversi istituti le pratiche virtuose per trasformare i rifiuti in risorse, e la scuola che in ciascun Comune si dimostrerà più attiva, avrà diritto ad ospitare l’esposizione in modo permanente».

Una competizione sana, all’insegna della sostenibilità, che coinvolgerà gli stessi Comuni, perché l’Amministrazione che porterà a termine il maggior numero di iniziative collettive – incentivando politiche volte all’eliminazione del rifiuto invisibile e all’incoraggiamento di attività che valorizzino la cultura ambientale – sarà premiata con un’opera d’arte di alto valore creata appositamente per l’occasione: Rossella Pezzino de Geronimo, stavolta in qualità di artista affermata, donerà un ologramma da lei realizzato e ispirato al rifiuto invisibile. Un gesto dal forte valore simbolico grazie a cui, ancora una volta, l’arte diventa la voce che smuove le coscienze.

 

CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI

  • Avola: 22 novembre, dalle 10 alle 13, atrio del Palazzo Comunale, Corso Garibaldi, 82;
  • Misterbianco: 25 novembre, dalle 9 alle 12, presso il Parco Giochi Comunale Falcone (Str. S. Giovanni Galermo 67); e 28 novembre, dalle 9 alle 12, in Via Madonna degli Ammalati 310, in località Campanarazzu;
  • San Giovanni La Punta: 26 novembre, dalle 9 alle 12, in Piazza Lucia Mangano;
  • Barcellona Pozzo di Gotto: 26 novembre, dalle 9 alle 12, presso il Centro Comunale di Raccolta in via Ettore Maiorana 18;
  • Termini Imerese: 27 novembre dalle 10 alle 13, Lungomare Cristoforo Colombo 4;
  • Catania: 29 novembre, dalle 9 alle 12, in Piazza Nettuno.

*In caso di avverse condizioni meteo le date e i luoghi potrebbero subire cambiamenti. Per essere aggiornati consultare il sito Dusty.it e le pagine Facebook Dusty dedicate ai singoli Comuni.


Rinviata la fase 2 del progetto "Angeli dell'ambiente per San Berillo"

In osservanza del DPCM pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale e a seguito dei «Provvedimenti restrittivi per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica» emanati dall’Università di Catania, la fase 2 del progetto “Angeli dell’Ambiente per San Berillo” - prevista dal 6 novembre al 4 dicembre 2020 - è stata rimandata a data da destinarsi.

Dopo aver concluso il percorso di formazione lo scorso 22 ottobre, i giovani extracomunitari e gli studenti universitari protagonisti del progetto voluto da Dusty e dal suo amministratore Rossella Pezzino de Geronimo, dovranno attendere nuove indicazioni per concretizzare la fase operativa, cioè otto giornate di educazione ambientale da svolgersi direttamente a San Berillo, per incontrare gli abitanti del quartiere e sensibilizzarli alle modalità e ai benefici della raccolta differenziata.

Per le stesse motivazioni è posticipata anche l’installazione dell’opera d’arte realizzata con materiale riciclato, culmine del progetto che possiede il patrocinio del Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione Siciliana, del Comune e dall’Università di Catania.


Collasso per 7 Comuni del catanese: stop ritiro rifiuti ingombranti

A decorrere dalla giornata odierna (23/10/2020) e fino a nuova comunicazione, nei comuni di Catania, Misterbianco e Motta Sant’Anastasia, non sarà possibile conferire i rifiuti ingombranti e i materassi, a causa del raggiungimento dei limiti da parte della piattaforma di smaltimento e selezione di detti rifiuti.

Un problema che da lunedì 26 ottobre, riguarderà anche altri comuni dell’hinterland catanese serviti da Dusty: Paternò, San Giovanni La Punta, Gravina e San Gregorio.

Una problematica dovuta a fattori gestionali connessi alla saturazione dell’impianto, che non consente all’impresa di igiene ambientale, di conferire i rifiuti ingombranti di questi 7 Comuni della provincia di Catania.

Vista la contingente situazione Dusty, impossibilitata a poter conferire tali rifiuti né a poterne ritirare altri, ha provveduto a contattare gli utenti dei Comuni interessati (e sta continuando a farlo), che avevano prenotato il ritiro, per annullare tutte le prenotazioni rinviandole a una nuova data che sarà concordata, ed ha inoltre dovuto sospendere temporaneamente il servizio di prenotazione tramite numero verde e attraverso il portale dedicato ad ogni comune servito.

LA SOSPENSIONE RIGUARDA ANCHE I CONFERIMENTI NEI CCR

La sospensione del ritiro degli ingombranti e dei materassi riguarderà anche il conferimento nei Centri Comunale di Raccolta dove non sarà possibile conferire fino alla data di riattivazione dell’impianto.

In seguito a questa difficoltà contingente e non prevedibile, la società Dusty e le singole Amministrazioni comunali coinvolte, si scusano per il disagio poiché i tempi di attesa dei prossimi nuovi ritiri, saranno conseguentemente più lunghi rispetto al consueto.

Per evitare l’abbandono dei rifiuti ingombranti sulle vie principali e sulle arterie secondarie che danneggiano l’immagine e il decoro urbano, i cittadini dei Comuni sopra citati sono invitati alla massima collaborazione, e si chiede di non esporli in strada, poiché non potranno essere ritirati.

Risulta chiaro che nulla potrà essere imputato a Dusty in termini di responsabilità per la mancata raccolta dei rifiuti ingombranti e dei materassi.

Si attendono con ansia le comunicazioni da parte degli Enti preposti, quali la Regione Siciliana e la Srr, affinché si attivino per l’individuazione e l’attivazione di impianti alternativi.


La raccolta differenziata a San Berillo si fa con gli Angeli dell'ambiente

«Nei Paesi africani da cui veniamo non esiste la raccolta differenziata, qui invece abbiamo aperto gli occhi, ed è bellissimo scoprire come possiamo mantenere più pulito il nostro mondo». Parole semplici ma entusiaste quelle di Ismael, nato in Guinea. Si esprime in italiano, anche per conto dei suoi 15 compagni extracomunitari - tutti poco più che ventenni - perché domani giovedì 22 ottobre diventeranno ufficialmente “Angeli dell’Ambiente per San Berillo”. Un titolo che sarà conferito anche ai 33 studenti del Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università di Catania che hanno partecipato al progetto ideato e voluto dall’amministratore di Dusty Rossella Pezzino de Geronimo.

«Dusty ha dimostrato che l’educazione ambientale può essere uno strumento potente di integrazione sociale. Durante la fase formativa abbiamo assistito a un emozionante abbattimento delle barriere culturali tra diverse etnie che abitano nella città di Catania, e di cui San Berillo ne è il quartiere più rappresentativo. Ma proprio qui, e da qui, è possibile lanciare un messaggio di decoro urbano, rispetto, etica e legalità, e così avviare un processo di cambiamento culturale», afferma l’amministratore Rossella Pezzino de Geronimo. Sarà proprio lei a consegnare gli attestati di partecipazione ai ragazzi, in occasione della cerimonia che si svolgerà nel cortile del Palazzo della Cultura di Catania, alle 16.00, e a cui sono stati invitati a partecipare il rettore Francesco Priolo, e gli assessori comunali Barbara Mirabella (Cultura) e Fabio Cantarella (Ecologia e Ambiente). Il Comune e l’Università di Catania supportano infatti il progetto, insieme al Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione Siciliana.

Tra i giovani universitari - guidati dalla docente di Scienze Merceologiche Agata Matarazzo - c’è Sergio, studente in Direzione Aziendale, che a nome di tutti i suoi colleghi sottolinea «l’opportunità che ci viene data di rendere concreta la nostra responsabilità verso il territorio, ma anche di avviare un percorso costruttivo di relazione con ragazzi di altre culture».

Perché è qui che il progetto ha la sua forza, nell’impegno degli studenti siciliani di aiutare nella comprensione i loro coetanei extracomunitari, e nella volontà di questi ultimi di integrarsi attraverso le “buone prassi” della raccolta differenziata, come spiega la prof.ssa Matarazzo: «In aula c’è molta concentrazione e interesse, anche da parte degli “Angeli” extracomunitari, pur non essendo avvezzi, come gli universitari, a lezioni su economia circolare e sviluppo sostenibile, nonché al linguaggio tecnico. L’interazione tra gli uni e gli altri all’interno dei gruppi di lavoro è coinvolgente, a tratti commovente; c’è compostezza, sensibilità, collaborazione e voglia di imparare. E credo che questo sia l’obiettivo più soddisfacente per noi docenti e organizzatori, al di là di ogni risultato didattico».

«L’attenzione alla sostenibilità ambientale e il tema dell’inclusione sociale sono elementi essenziali per la ricerca in ambito economico – ha affermato il direttore del Dipartimento universitario di Economia e Impresa Roberto Cellini – Ritengo che l’opportunità data ai nostri studenti di impegnarsi in prima persona, nella propria città, sia un’importante occasione di impegno civile e crescita sociale».


Truffa ai danni di chi è in cerca di lavoro

Falsificazione, truffa, diffamazione e danno d’immagine. Dusty ha presentato agli Organi competenti, la denuncia con la quale comunica che da giorni, circolano copie di un documento falso, timbrato e firmato a nome della società, che prometterebbe l’assunzione in azienda dietro il versamento di una somma di denaro.

La società smentisce categoricamente quanto diffuso: si tratta di una truffa.

La società prende le distanze
dalla comunicazione contenuta nella lettera contraffatta

Dusty prende fermamente le distanze da questa comunicazione, e precisa che le assunzioni vengono effettuate sempre e solo secondo le modalità previste dalla legge, e che i processi di selezione del personale in seno all’azienda, vengono condotti esclusivamente seguendo procedure trasparenti, basate sulle qualità e le competenze professionali di ogni singolo candidato.

«Non vi è alcuna lista - affermano dalla Direzione risorse umane della società - e soprattutto non viene richiesto ai candidati, il versamento di alcuna somma di denaro, come invece è riportato nella lettera, per accedere alla selezione del personale. Le candidature spontanee possono essere liberamente presentate sul sito www.dusty.it alla sezione “lavora con noi” caricando il proprio curriculum vitae sull’apposita piattaforma».

Dusty ha denunciato agli Organi competenti, il documento contraffatto e ingannevole, reato di diffamazione, falso ideologico e materiale.

«Si tratta di un atto vile che intende screditare l’onorabilità di una società che opera con etica e che è sempre dalla parte della giustizia. Bisogna impedire che le persone vengano abbindolate e che cadano in questa rete, poiché si tratta di una truffa ai danni delle persone in cerca di lavoro».

Dusty invita chiunque avesse ricevuto simili false proposte o avesse già effettuato un qualsiasi versamento di denaro, a denunciare alle Autorità competenti questa miserabile truffa.


Rifiuti ingombranti e piccole potature? Al via la raccolta straordinaria ad Aci Bonaccorsi

Liberati dal peso” è l’iniziativa organizzata da Dusty su autorizzazione del Comune di Aci Bonaccorsi, per i cittadini che vorranno disfarsi dei rifiuti ingombranti (e dei Raee), e degli sfalci di potatura.

Tutti i sabati del mese di agosto (nelle date 1, 8, 22 e 29) Dusty posizionerà dalle 8.00 alle 12.00, due contenitori scarrabili (in via Giorgio Esquerra de Roxas davanti al Centro Comunale di Raccolta).

Il primo è previsto per il conferimento di divani, materassi, tavoli, poltrone, frigoriferi e anche i Raee (rifiuti e apparecchiature elettriche ed elettroniche) di piccole e grandi dimensioni, comprese le televisioni. Tutti i rifiuti ingombranti potranno essere conferiti grazie all’aiuto degli operatori Dusty e smaltiti gratuitamente. Non sarà possibile invece conferire materiali pericolosi, di risulta, pneumatici, amianto e vernici.

Nel secondo contenitore scarrabile si potranno conferire gli sfalci d’erba da giardino, le piccole potature di siepi e dei rami secchi, i residui vegetali da pulizia dell’orto e dei fiori recisi. Uno smaltimento, quest’ultimo, pensato per i residenti che dispongono di un giardino o di un’area verde di pertinenza ad accesso esclusivo.

 

RISPETTARE LE DISPOSIZIONI DI SICUREZZA

I cittadini che vorranno aderire all’iniziativa, dovranno farlo nel rispetto delle procedure vigenti di sicurezza anti-Covid. Si richiede quindi di:

  • Utilizzare i dispositivi di protezione individuali (mascherine e guanti);
  • Differenziare i rifiuti avendo provveduto, già nella propria abitazione, alla corretta separazione;
  • Evitare gli assembramenti;
  • Rispettare e mantenere la distanza corporea superiore a un (1) metro

"Liberati dal peso"! Raccolta speciale a Viagrande di ingombranti e sfalci di potatura

Liberati dal peso” è l’iniziativa organizzata da Dusty su autorizzazione del Comune di Viagrande, per i cittadini che vorranno disfarsi dei rifiuti ingombranti e degli sfalci di potatura.

Un progetto che nasce per consolidare il successo avuto con l’Eco Raccolta per lo smaltimento dei residui derivati dalla cellulosa e di quelli vegetali accumulati dopo la pulizia del giardino, che nei 3 sabati del mese di luglio ha visto l’adesione da parte di moltissimi residenti, per un totale di 960 kg di carta & cartone, e 2.960 kg di sfalci di potatura.

Per “Liberati dal pesoDusty posizionerà due contenitori scarrabili (in Via Aldo Moro - di fronte al Bar Très Jolí) dalle 8.00 alle 12.00, tutti i sabati del mese di agosto (nelle date 1, 8, 22 e 29).

Il primo contenitore scarrabile è previsto per il conferimento di divani, materassi, tavoli, poltrone, frigoriferi e anche i Raee (rifiuti e apparecchiature elettriche ed elettroniche) di piccole e grandi dimensioni, comprese le televisioni. Tutti i rifiuti ingombranti potranno essere conferiti grazie all’aiuto degli operatori Dusty e smaltiti gratuitamente. Non sarà possibile invece conferire materiali pericolosi, di risulta, pneumatici, amianto e vernici.

 

Il secondo è destinato per la raccolta degli sfalci d’erba da giardino, delle piccole potature di siepi e dei rami secchi, dei residui vegetali da pulizia dell’orto e dei fiori recisi. Uno smaltimento, quest’ultimo, pensato per i residenti che dispongono di un giardino o di un’area verde di pertinenza ad accesso esclusivo.

 

RISPETTARE LE DISPOSIZIONI DI SICUREZZA

I cittadini che vorranno aderire all’iniziativa, dovranno farlo nel rispetto delle procedure vigenti di sicurezza anti-Covid. Si richiede quindi di:

  • Utilizzare i dispositivi di protezione individuali (mascherine e guanti);
  • Differenziare i rifiuti avendo provveduto, già nella propria abitazione, alla corretta separazione;
  • Evitare gli assembramenti;
  • Rispettare e mantenere la distanza corporea superiore a un (1) metro.

24Ore Business School a Catania, la partecipazione di Dusty alla presentazione

In quanto importante realtà imprenditoriale sensibile ai temi della formazione e della valorizzazione delle competenze, Dusty è stata invitata a portare il proprio contributo di valori aziendali in occasione della presentazione della sede siciliana della 24Ore Business School nel territorio di Catania. Un nuovo e terzo polo, dopo Milano e Roma, che nasce all’interno di “Free Mind Foundry” ad Acireale, l’hub di cooperazione internazionale per la tecnologia e l’istruzione. A coloro che nella giornata di martedì 21 luglio 2020 hanno partecipato all’Open Day, l’amministratore di Dusty Rossella Pezzino de Geronimo ha rivolto un saluto nonché un appello appassionato a lottare per una rivoluzione culturale che spinga l’umanità verso una nuova Bellezza, non solo come fatto estetico, ma intesa come concetto che in sé racchiude etica, rispetto del prossimo, solidarietà, onestà intellettuale.

Nel corso della presentazione dell’offerta formativa – su invito del docente della 24Ore Business School Claudio Achilli – è intervenuta anche Livia Magnano di San Lio, direttore delle Risorse Umane di Dusty, che ha portato la propria testimonianza come alumna della BS, sottolineando i vantaggi di una sede in Sicilia per studenti e professionisti, ma soprattutto rimarcando le potenzialità di un approccio didattico improntato fin da subito alla managerialità.

 


«Solo una vision per il Bene comune può salvare il Pianeta»

Dusty è in Sicilia un’impresa pioniera nel settore ambientale, con quarant’anni di esperienza che si esprimono in tutto il loro valore. Un «progetto di vita» vissuto con «passione divorante»: così l’amministratore Rossella Pezzino de Geronimo porta i saluti – anche in rappresentanza del suo socio Walter Magnano di San Lio – al convegno che si è svolto il 17 luglio alle Ciminiere di Catania dal titolo “Una filiera di qualità per la frazione organica: buone pratiche e progettualità future in Sicilia”. Iniziativa promossa nell’ambito del Salone fieristico EcoMed 2020.

«Credo di essere nata per trasformare tutto ciò che amo in lavoro, inteso non come attività per accumulare denaro, ma come voglia di seminare bellezza, eccellenza e nuove opportunità per la collettività» ha affermato Rossella Pezzino de Geronimo, definendosi una «combattente che lavora per un mondo migliore».

«La lotta per la difesa dell’ambiente – ha continuato – è una scelta obbligata che tutti dobbiamo affrontare con coraggio e con spirito visionario, e la mia è una visione positiva, ottimista. Non si possono tuttavia negare le difficoltà del settore, per le quali occorre che le forze di governo garantiscano maggiore supporto, competenza e progettualità. È necessaria una vision per il Bene Comune, senza la quale il nostro Pianeta non potrà vivere a lungo».

L’intervento dell’amministratore di Dusty è stato anticipato dalla relazione dell’ing. Fabio Nicosia dell’Ufficio Tecnico dell’azienda, che ha illustrato con accurata competenza e con ricchezza di dati la fase di start up del servizio Dusty nei Comuni dell’Area metropolitana di Catania. Un servizio che funziona, la cui efficienza ha fatto crescere in modo esponenziale e repentino le percentuali della raccolta differenziata, grazie anche alla sinergia con le singole Amministrazioni comunali e alle numerose attività di formazione e sensibilizzazione verso la cittadinanza. Un sistema virtuoso che si pone come vera e propria lotta ai “ladri di bellezza”, a coloro cioè che, non differenziando i rifiuti e non rispettando le buone pratiche, rubano l’anima e l’essenza al nostro ambiente.