Insostenibile equilibrio

L’opera è composta da elementi sovrapposti che, nella forma, rimandano a dei massi posizionati in modo tale da trasmettere un senso di equilibrio e creare un’atmosfera di quiete.
Non si tratta in realtà di massi, bensì dell’aggregazione di frammenti di plastica che simulano l’aspetto e la consistenza delle pietre. Pertanto, l’equilibrio cui sembra alludere la composizione rimanda invece a una condizione di pericolosa precarietà.
L’opera intende suscitare la riflessione sulla quantità di rifiuti prodotti da ogni singolo individuo e sensibilizzare sulle quotidiane dinamiche di un consumo spesso irresponsabile, nonché sulle conseguenze che le nostre azioni hanno sull’ambiente, i cui equilibri si configurano ormai come delicati e incerti.

.
150x50x25 cm – Poliuretano espanso e frammenti di varie plastiche.